Sud Sardegna

Il Sud della Sardegna è un angolo di paradiso ancora poco conosciuto e poco frequentato, se paragonato alle località più rinomate delle coste a Nord e Est dell'isola, caratterizzato dalla poca frequentazione, dagli intensi profumi e dalla imponente vegetazione di macchia mediterranea composta da corbezzolo, lentischio, ginepro e ginestra che scende dalle montagne, situate a pochi chilometri dallo splendido mare cristallino, fino alle meravigliose spiagge e calette.

Due litoranee, quella orientale e quella occidentale, che da Cagliari, attraverso panorami mozzafiato, percorrono una costa estremamente diversificata: dai paesaggi di dune sabbiose, peculiarità del territorio, chi si distendono fino al mare, alle spiagge chilometriche di sabbia finissima interrotte da inaspettate scogliere o da incantevoli calette rocciose, fino alle coste delimitate da stupende pareti di arenaria, per condurre alle due località più rinomate, Villasimius e Chia.

Pare incredibile ma basta lasciare la costa, fare pochi chilometri nell'entroterra, e ci si troverà immersi in un'ambiente montuoso suggestivo, da un punto di vista geologico fra i più variegati, che offre ospitalità e riparo a moltissime specie animali fra incredibili boschi di sugheri e di lecci.

La Sardegna è un'isola preziosa anche per la ricchezza del suo patrimonio archeologico, artistico e linguistico; ne sono simbolo, i siti archeologici di Nora e Barumini, l'architettura di Cagliari elegante e possente, la rete dei musei artistici e scientifici, il patrimonio di tradizioni e folclore.

×