Guida Sud Sardegna
Sud Sardegna

Il Sud della Sardegna è un angolo di paradiso ancora poco conosciuto e poco frequentato, se paragonato alle località più rinomate delle coste a Nord e Est dell'isola, caratterizzato dalla poca frequentazione, dagli intensi profumi e dalla imponente vegetazione di macchia mediterranea composta da corbezzolo, lentischio, ginepro e ginestra che scende dalle montagne, situate a pochi chilometri dallo splendido mare cristallino, fino alle meravigliose spiagge e calette.

Complesso nuragico di Barumini

Circa tremila e cinquecento anni fa sulla collina di Barumini gli antichi costruirono un nuraghe e un piccolo villaggio di capanne. I nuraghi sono eccezionali monumenti a mezza strada tra l'edilizia difensiva e quella civile, sono sopravvissuti fino ai giorni nostri a testimonianza di una cultura millenaria collegata alle civiltà megalitiche del bacino del Mediterraneo. Le strutture architettoniche sono costituite da torri a due piani a forma di tronco di cono, realizzate con pietre di notevoli dimensioni disposte a secco in cerchi concentrici sovrapposti che si stringono verso la sommità.

Rovine Romane di Nora

L’antica città di Nora è collocata su un promontorio, il capo di Pula, separato dalla terraferma da un istmo che si estende in due punte: a O Sa Punta ‘e Su Coloru, a E la Punta del Coltellazzo, di fronte all’isoletta omonima. L’area è dominata dalla torre spagnola del Coltellazzo, in una posizione di grande valore paesaggistico. Le testimonianze della città fenicio-punica sono state in parte coperte o cancellate dalla sistemazione della città avvenuta in età romana. Le strutture oggi visibili sono, infatti, pertinenti in prevalenza proprio alla fase romana del sito.

Le miniere del Sulcis-Iglesiente

L’esistenza delle miniere nell’Isola è stata spesso incerta, ma ha portato splendore e benessere, rappresentando la maggiore forza economica sarda. La grande attività industriale e mineraria si concluse intorno agli anni ’70 del  XX secolo quando gli imprenditori abbandonarono le miniere e i vari progetti di sviluppo perché il mercato era cambiato in modo notevole e la produzione di piombo, zinco e carbone diminuì visibilmente, sino ad esaurirsi del tutto alla fine del secolo scorso. 

Villasimius

Il paese di Villasimius sorge nella punta sud orientale della Sardegna, venne fondata nel 1812 vicino all'antico abitato di Carbonara, di cui ereditò il toponimo poi mutato in Villasimius. L'abitato è incastonato in una zona costiera incantevole, comprendente la corona di spiagge dislocate lungo la strada che parte da Cagliari verso il Sarrabus. 

Chia

Chia, è una località balneare adagiata lungo la costa sud-occidentale della Sardegna. Contrariamente a tante località balneari del Mediterraneo caratterizzate da centri storici ove si svolgono le attività di interesse turistico-ricreativo, a Chia è il mare l'attrattiva più consueta e affascinante che con  la sua atmosfera selvaggia e i suoi profumi avvolgenti  cattura l'animo e lo sguardo di chi per la prima volta la sceglie come meta turistica. 

Sa Festa di Casa Atzeni

Sa festa di Casa Atzeri  è un modo unico per conoscere e gustare la Sardegna apprezzandone i colori, i profumi ed i sapori, nella splendida cornice della storica Casa Campidanese in mezzo alla natura, caratterizzata dal verde intenso dei corbezzoli e dei mirti che decorano il giardino coperto ed il patio, gli ospiti seduti ai tavoli in quercia a ridosso delle grandi botti di rovere, tra festoni di salumi possono gustare le prelibatezze gastronomiche della tradizione, il tutto mentre assistono ad un unico spettacolo folcloristico.